Tag Archives: supermegaliking

RIPROPONIAMO AI NOSTRI LETTORI IL DICIASSETTESIMO EPISODIO DI SUPERMEGABOY!

Era una notte di fine estate a Firenze City quando Guendalina Mistery, Adalberto Nabucco e Supermegaboy entrarono di soppiatto nell’appartamento della Lia Rottazzi, passando dalla finestra aperta del salottino buono, e subito furono investiti da un terribile tanfo di wiener schnitzel e patate fritte, al che Guendalina fu scossa da conati di vomito e s’accasciò su una poltrona, e il genio informatico tentò di rianimarla e tirarla su, ma la supertuta dell’eroina s’era incollata allo strato d'unto e polvere della tappezzeria, solo Supermegaboy, che aveva ancora le narici impestate dal sito della pelle scuoiata di renna, non sembrava sconvolto dal mortifero tanfo e anzi vista l’ora gli sovvenne un certo languorino, ma proprio in quell'istante dal corridoio giunsero la voce della Rottazzi e quella di un misterioso uomo con evidente cadenza Supermegaboy episodio 17 Guendalina Misteryaltoatesina che si faceva chiamava Hans, e Supermegaboy fu sbigottito perché pensava che la donna vivesse da sola, ma non c’era tempo da perdere, dovevano trovare subito il cd degli Impaled Saint, e così, dopo aver mimetizzato Guendalina con centrini e un paralume di pasta di vetro in testa, i due amici si lanciarono correndo verso il corridoio utilizzando l'antica arte di spionaggio ninjutsu ma cozzarono violentemente tra loro rimanendo incastrati nel vano porta, e in quell’istante risuonò ancora la voce della Rottazzi Leggi tutto →

Era una notte di fine estate a Firenze City quando Guendalina Mistery, Adalberto Nabucco e Supermegaboy entrarono di soppiatto nell’appartamento della Lia Rottazzi, passando dalla finestra aperta del salottino buono, e subito furono investiti da un terribile tanfo di wiener schnitzel e patate fritte, al che Guendalina fu scossa da conati di vomito e s’accasciò su una poltrona, e il genio informatico tentò di rianimarla e tirarla su, ma la supertuta dell’eroina s’era incollata allo strato d'unto e polvere della tappezzeria, solo Supermegaboy, che aveva ancora le narici impestate dal sito della pelle scuoiata di renna, non sembrava sconvolto dal mortifero tanfo e anzi vista l’ora gli sovvenne un certo languorino, ma proprio in quell'istante dal corridoio giunsero la voce della Rottazzi e quella di un misterioso uomo con evidente cadenza Supermegaboy episodio 17 Guendalina Misteryaltoatesina che si faceva chiamava Hans, e Supermegaboy fu sbigottito perché pensava che la donna vivesse da sola, ma non c’era tempo da perdere, dovevano trovare subito il cd degli Impaled Saint, e così, dopo aver mimetizzato Guendalina con centrini e un paralume di pasta di vetro in testa, i due amici si lanciarono correndo verso il corridoio utilizzando l'antica arte di spionaggio ninjutsu ma cozzarono violentemente tra loro rimanendo incastrati nel vano porta, e in quell’istante risuonò ancora la voce della Rottazzi Leggi tutto →