Tag Archives: 64

RIPROPONIAMO AI NOSTRI LETTORI IL SESSANTAQUATTRESIMO EPISODIO DI SUPERMEGABOY!

 

“Qué le gusta?” chiede Supermiguel Ramonito Gomez de la Sernita. “Este es un tirachinas... mierda, como se dice?”

"Ah, che buffo, sembra una grande fionda” ride di gusto Supemegaboy.

“Exacto!” esclama il supereroe spagnolo. “Si tratta proprio di una grande fionda, excelente, despierto como yo”

“E così, tanto per curiosità” chiede Supermegaboy sudando freddo. “A cosa dovrebbe servirmi questa fionda?”

Ma Supermiguel Ramonito Gomez de la Sernita sorride felice. “No pensamos ahora, ven con migo a beber sangria”

I due fanno un giretto nei locali più famosi, dal “Borracho como burros” al “De agujeros como terrazas” fino al “Empapado como esponjas”

“Hic, questa Pamplona, hic, comincia quasi a piacermi, hic...” dice Supermagaboy arrancando verso casa.

“Caro amico” dice Supermiguel. “Esto es Espana! Vieni, entrar en la casa, così ci facciamo una copa della staffa”

“Tu sì che sei un vero amico” piange Supermegaboy tra i fumi dell’alcol, “Mica Adalberto che preferisce stare a Oslo a parlare di ungulati”.

 

“Qué le gusta?” chiede Supermiguel Ramonito Gomez de la Sernita. “Este es un tirachinas... mierda, como se dice?”

"Ah, che buffo, sembra una grande fionda” ride di gusto Supemegaboy.

“Exacto!” esclama il supereroe spagnolo. “Si tratta proprio di una grande fionda, excelente, despierto como yo”

“E così, tanto per curiosità” chiede Supermegaboy sudando freddo. “A cosa dovrebbe servirmi questa fionda?”

Ma Supermiguel Ramonito Gomez de la Sernita sorride felice. “No pensamos ahora, ven con migo a beber sangria”

I due fanno un giretto nei locali più famosi, dal “Borracho como burros” al “De agujeros como terrazas” fino al “Empapado como esponjas”

“Hic, questa Pamplona, hic, comincia quasi a piacermi, hic...” dice Supermagaboy arrancando verso casa.

“Caro amico” dice Supermiguel. “Esto es Espana! Vieni, entrar en la casa, così ci facciamo una copa della staffa”

“Tu sì che sei un vero amico” piange Supermegaboy tra i fumi dell’alcol, “Mica Adalberto che preferisce stare a Oslo a parlare di ungulati”.