Monthly Archives: marzo 2015

 

 

“Bastardo!” urla Supermegaboy. “Non ti scaldare troppo” risponde Maramao. “Se non farai ciò che dico, qualcuno a cui vuoi bene se la vedrà brutta!”

“Accendete” ordina il sindaco, e sul monitor compare una cella. “Se guardi bene, caro Supermegaboy, là dentro vedrai tua madre”

“No, bastardo!” si dispera Supermegaboy, ma poi si avvicina. “Ma quella è la Lia Rottazzi del piano di sopra”

“Accidenti, abbiamo sbagliato persona!” esclama Babonzi. “Così impari, cattivo!” urla Guendalina, “D’accordo amigos, andiamocene a casa”

In quel momento suonano alla porta. È Geronima Pepper con dei fiori in mano. “Buongiorno, ho portato i fiori che avete ordinato per i cinquant’anni di matrimonio”

“Io non ho ordinato niente” sbraita il sindaco. “E chiuda quella porta che fa freddo!”

Alla vista della bella Geronima, però, Supermegaboy comincia a dare leggeri segni di squilibrio.

La cosa non passa inosservata a Maramao Babonzi, che pensa: “Forse Supermegaboy prova qualcosa per quella ragazza”.

“Vieni qua!” urla il sindaco acchiappando Geronima. “Adesso basta, indossate le tute e salite sull’astronave, altrimenti questa ragazza farà una brutta fine”

 

 

Adalberto, Supermegaboy e Guendalina sono all’Old Palace. Maramao Babonzi li ha convocati per una missione importante.

“Esistono solo due modi per fermare l’asteroide” esclama Babonzi. “Questo è il piano A. Un equipaggio di coraggiosi deve salire su un’astronave e partire per lo spazio”

“L’astronave deve raggiungere l’asteroide, poi l’equipaggio deve scendere e fare un grande buco con una trivella”.

“Poi, dopo aver messo nel buco una carica esplosiva nucleare, l’equipaggio si allontanerà. Intanto l’asteroide si spezzerà in due parti”

“Mezzo asteroide si allontanerà progressivamente, perdendosi nello spazio. Uomini e animali saranno quindi salvi”

“L’altro mezzo invece, secondo i calcoli, cadrà in Angola. Insomma, con tutti i casini che già hanno lì, mezzo asteroide in più o in meno non farà la differenza”.

"Mi sembra una buona idea” rispose Adalberto “Ma cosa c’entriamo? E poi, quale sarebbe il piano B per distruggere l’asteroide?”.

“Il piano B me l’ero scritto su un foglietto che però non trovo” dice Babonzi. “E siccome il tempo stringe, direi di mettere subito in atto il piano A”

“E voi, cari amici, sarete l’equipaggio dell’astronave! Altrimenti i miei uomini faranno del male a qualcuno a cui volete bene… ah, ah, ah, ah”