Monthly Archives: gennaio 2015

Era una notte d’inizio inverno a Firenze City, quando qualcuno suonò alla porta del laboratorio segreto.
Adalberto Nabucco si svegliò, guardò l’orologio. “Oh caspio!” esclamò. “Chi può essere a quest’ora?”.
Inforcò le sue ciabatte e corse in vestaglia verso la porta, ma inciampò su qualcosa di grande e morbido che russava.
“Chi sei?” chiese Adalberto non riconoscendo il suo amico Facundo Mostarda, perché era una persona anonima.
Allora Facundo Mostarda mostrò ad Adalberto delle foto per fargli ricordare: “Qui eravamo insieme a ballare”
“Qui stavamo facendo una partitina tra amici”,
“Qui è quando ci siamo buttati col paracadute”
“Qui è quando abbiamo fatto le abluzioni nel Gange”
“Ah, sì, il Gange!” esclamò Adalberto riconoscendo finalmente l’amico. “Ma andiamo a vedere chi ha suonato a quest’ora di notte”

 

 

Era una notte d’inizio inverno a Firenze City, quando quattro elicotteri della flotta personale di Brutus Dexter si alzarono in volo sul Bargello, e Gozzallo li osservava sempre più spaventato, e continuava a tenere tra le mani Geronima Pepper e la Lia Rottazzi, che urlava felice: ‘Questa sì che è una figata! Ehi, ma quella è la televisione… mitico! Sono qua, riprendete me! Quelli del centro anziani del quartiere 2 schiatteranno d’invidia quando mi vedranno quassù in cima insieme a questa specie di lontra! Ehi, sono qua!’, e in quel momento Brutus Dexter si portò la ricetrasmittente alla bocca e ordinò di procedere con l’operazione supersegreta "apri-la-rete-e-acchiappa-il-mostro", al che il sindaco Babonzi gli si fece vicino e con fare misterioso gli chiese: ‘Scusa, ma in cosa consiste questo piano?’, e Dexter rispose: ‘Significa che devono aprire la rete e acchiappare il mostro’, ‘Ah, ora ho capito!’ esclamò il sindaco e si aprì un pacchetto di popcorn per godersi al meglio la scena della cattura, e così gli elicotteri si avvicinarono a Gozzallo e dalla loro pancia uscirono dei ganci che tenevano un’enorme rete, e Black Apopi che guardava la scena nascosta da dietro una colonna urlò ‘No!’, e Adalberto Nabucco e il commissario Franco Cannone che guardavano abbracciati dal finestrino della camionetta della polizia gridarono all’unisono ‘No!’, e Geronima Pepper e Lia Rottazzi che volavano lassù in cielo esclamarono ‘No!’, ed Ecokid che se ne stava disteso sul letto a casa sua per via dell’incidente che aveva avuto e che guardava la scena alla televisione urlò ‘No!’, e tutte le persone attaccate alla TV, alla radio e al computer urlarono ‘No!’, e anche un bambino che guardava col naso all’insù l’enorme Gozzallo arrampicato sul Bargello esclamò ‘No!’, e così fecero i suoi vicini e in pochi istanti su tutta Firenze City si alzò un’eco di ‘No! No! No!’ che fece tremare le fondamenta degli edifici, e anche Maramao Babonzi, sopraffatto dal momento di commozione collettiva, si Supermegaboy Episodio 35 Gozzalloaccostò a Dexter e con le lacrime agli occhi gli disse ‘No!’, e Dexter lo guardò e gli disse ‘Ma che diavolo fai, idiota?!’, e fu allora che il bambino urlò: ‘Guardate, c’è qualcuno sotto il Bargello’, e Leggi tutto →